Quelli di Casa Sanremo 3 marzo

Måneskin, Aiello, Faggi, Wrongonyou a Quelli di Casa Sanremo

Questo pomeriggio, dalle ore 15.00, Quelli di Casa Sanremo 3 marzo è andato in onda a cura di Live All con Daniela Collu, Giorgio Pasotti, Francesco Arienzo, Federico Basso e ospiti speciali

Quelli di Casa Sanremo 3 marzo. Måneskin, Aiello, Faggi, Wrongonyou e altri ancora sono stati i protagonisti dell’appuntamento pomeridiano con “Quelli di Casa Sanremo”, trasmesso a partire dalle ore 15.00. Daniele Collu, Lorello, Francesco Arienzo, Federico Basso e Giorgio Pasotti si sono alternati nella conduzione del programma, che ha riservato tante sorprese agli ascoltatori connessi da casa.

I rappresentanti della stampa hanno ricordato la polemica di ieri per i voti della giuria demoscopica, che ha portato al 1° posto Annalisa, al 2° Noemi e al 3° Fasma, mentre gli ultimi posti sono andati a Ghemon, Dimartino e Colapesce, Madame e Coma_Cose.

Tra i rumors della giornata, il tampone positivo a Irama, che è a rischio esclusione; e poi la performance di Aiello, che ha cantato urlando e rendendo a tratti incomprensibile il testo della canzone; Gio Evan, a Sanremo in tenda; Malika Ayane con il braccio fasciato; il look stavagante di Arisa con le sue unghie lunghe, e Marcella Bella che ha detto che Orietta Berti è una “finta buona”.

Quelli di Casa Sanremo 3 marzo 2021 – Gli ospiti

Quelli di Casa Sanremo 3 marzo

Durante il collegamento, i Måneskin hanno commentato sul Festival: “L’importante è ciò che porti, Sanremo è un palco storico importantissimo, ma su cui si può portare qualcosa che esce fuori dai soliti canoni. Il nostro nuovo album è un racconto di quello che stiamo vivendo, sarà molto strong. Ci piacerebbe arrivare secondi!”.

Giorgio Pasotti, invece, ha dichiarato: “Ho trovato i Coma_Cose molto romantici, ho trovato molto interessante il monologo fatto da Fiorello all’inizio del Festival”.

Così la direttrice del Teatro Biondo di Palermo Pamela Villoresi: “Non ce la facciamo più. Rinventarsi una vita dopo questi anni di chiusura e di asocialità sarà molto difficile, per cui forza Sanremo anche all’estero. Noi forse riapriamo il 27, perché questa direzione intende valorizzare molto la cultura del nostro territorio, col primo corso di laurea dedicato all’arte scenica. Abbiamo anhe i termoscanner ed effettuiamo la sanificazione”. In merito ai ristori: “I teatri pubblici ne hanno avuti, ma gli altri si sono trovati in difficoltà. Per questo, cerchiamo di essere un teatro ‘in ascolto’ rispetto al territorio, coinvolgendo anche i ragazzi. Cercando di dare voce a chi non ce l’aveva”.

Wrongonyou, invece, ha affermato in collegamento: “Stasera canterò per primo. Le canzoni della prima serata sono state tutte bell”. Scherzando, poi: “Per stasera ho già fatto 3-4 fitting per l’outfit”, e sul suo brano: “Ho scritto ‘Lezioni di volo‘ durante il primo lockdown, e per me rappresenta libertà mentale e artistica”.

Aiello, in collegamento a distanza, ha commentato relativamente alla performance di ieri: “Il mio secondo disco è un piccolo grande omaggio alla mia Calabria. Ho mescolato generi diversi, che spero possano far ballare e commuovere. Giuliano Sangiorgi mi ha detto che è un pezzo straordinario, cosa che mi ha inorgoglito molto. Ho preso con un sorriso quell’imperfezione, se la canzone è arrivata al cuore va bene tutto. I meme mi divertono. Forse ho peccato nella fame di dimostrare di valere, mentre voi mi avete già riconosciuto cose grandiose, l’emotività di un palco straordinario mi ha fatto straripare”.

E poi l’attrice Mariangela D’Abbraccio, che ha interpretato il testo del brano di Arisa scritto da Gigi d’Alessio.

In collegamento, in chiusura, anche l’attore e conduttore televisivo Gianmarco Tognazzi, che su Ibrahimović ha commentato: “L’ho trovato molto divertente, l’ho visto anche un po’ teso, però questo fa capire quanto l’impegno psicologico di una nuova avventura possa metterti in tensione”.

Quelli di Casa Sanremo 3 marzo 2021

Si è parlato poi di vari artisti, tra cui: Madame; Bugo (Christian Bugatti), che partecipa per la seconda volta a Sanremo con una ballad pieno di riferimenti nostalgici; Gaia con sonorità italo-brasiliane; Ermal Meta, vincitore due anni fa, il duo La cantante di lista (Veronica Lucchesi Mario Mangiaracina), Tre allegri ragazzi morti, gli Extraliscio, Gio Evan, Malika Ayane, Orietta Berti, che festeggia i 55 anni di carriera, vera outsider del Festival, Willie Peyote e Lo Stato Sociale.

Ad accompagnare musicalmente le riprese, la band de “I Boni” che hanno riproposto brani degli artisti in gara, e che ieri sera hanno ricantato le canzoni del Festival a “Quelli di Casa Sanremo – Il Serale”.