Premio Eccellenza Italiana a Casa Sanremo 2020

Nato da un’idea di Massimo Lucidi, il Premio Eccellenza Italiana a Washington DC, il prossimo 17 ottobre festeggia la settima edizione. Il Premio racconta l’Italia del Merito e del Talento: il trionfo delle storie dove competenza e professionalità vincono su ogni male. Storie ordinarie, capaci di diventare straordinarie, per la carica umana e valoriale che trasmettono.
E proprio per raccontare alcune di queste storie, questo pomeriggio, a Casa Sanremo, abbiamo ospitato Alessandro Lazzarin, CEO di Latteria Montello, che ci ha parlato di packaging sostenibile ma anche di crescita aziendale in Italia e all’estero per un prodotto fresco, super controllato. Interessante anche l’intervento di  Antonella Testa, figlia del celeberrimo pubblicitario Armando Testa con la quale è stata lanciata una manifestazione che riprende il successo e i fasti del Carosello punta a diffondere la Cultura del Corto cinematografico.
Un grande ritorno per la Fondazione Nahima, con Giovanni Sabetti che si conferma partner tecnologico e scientifico per la sicurezza interna e informatica per Governi in tutto il mondo. Infine, si è parlato di sostenibilità ambientale con l’esperto aziendale e manager per l’innovazione Davide Spitale, della testata giornalistica The Map, fortemente voluta da Unesco.

Negli ultimi 3 anni come Premio Eccellenza Italiana veniamo ospitati a Casa Sanremo per merito del Patron Vincenzo Russolillo, un amico visionario come me”, afferma Massimo Lucidi, il giornalista ideatore del Premio, che continua affermando “siamo anche al Festival del Cinema di Venezia che, insieme a Sanremo, rappresentano due straordinarie vetrine che generano Netreputation e Networking di Valore. Se non lo capite ancora vi manca la bussola del futuro che segna, per un imprenditore globale che vuole capire cosa fare, la rotta ad incontro internazionale, a un festival dove con la scusa di una canzone o di un film si celebra l’eccellenza italiana. D’altronde già la sola macchina organizzativa sanremese sarebbe meritoria di un Premio per efficienza e risultato. Muovere migliaia di maestranze e professionalità diverse, vip, star e staff internazionali è davvero molto complicato. Ma anche molto meritorio“.