Writers / 16

Catena Fiorello a Casa Sanremo presenta il suo “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”, il libro di ricordi, sogni e ricette della sua famiglia.

Presentazione del libro “MANGO Tutte le poesie”.

Presentazione del libro “Love – Le canzoni d’amore dei Beatles”.

Finalisti Writers 2016

COMUNICATO STAMPA 

Il Siciliano Vito Falco si presenta alla finale di Casa Sanremo Writers con un romanzo di formazione ambientato nella sua isola

Intervalli di terza maggiore

Una storia d’amicizia nuda e cruda che racconta la vita

Un’amicizia lunga una vita, che nasce nella calda Sicilia e incrocia le storie di cinque ragazzi, poi adulti, che rivivono il loro passato. È questo in sintesi Intervalli di terza maggiore, il romanzo di formazione di Vito Falco, inserito nei 19 finalisti del concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016, organizzato in collaborazione dalla BookSprint Edizioni di Vito Pacelli e la società Gruppo Eventi. L’opera, edita da Rubbettino editore e pubblicato per la collana Patipatisse, colpisce per il suo cinismo, la crudezza con cui racconta e descrive la realtà e uno spaccato della nostra Italia.

La trama. Siamo nel tacco dello Stivale, tra Palermo, Menfi e Castelvetrano. Antonio Curreri, uno dei giovani ora quarantenni, è sparito. Non si è presentato all’annuale partita di calcetto organizzata come ritrovo e gli altri compagni si incontrano ripercorrendo le tappe più significative della loro amicizia, per cercare di capire cosa sia accaduto all’amico. Viaggi, amori, scontri, la scuola, l’università e poi ancora il lavoro, con la necessità di abbandonare l’Isola ed emigrare al Nord, sono gli argomenti che tengono banco, con al centro proprio le vicende del giovane siciliano scomparso. Storie di vita vissuta si incrociano e convivono in questo romanzo dal taglio realistico, nostalgico, ma che vuole comunque lanciare un messaggio positivo, di speranza.

 

Già vincitore della quinta edizione del premio letterario della Provincia di Catanzaro “Parole nel Vento”, “Intervalli di terza maggiore” colpisce per il dinamismo e la sincerità espressiva, la semplicità e la praticità con cui narra la vita nei suoi aspetti fondanti, dispensando anche frammenti di quel che significa vivere in Sicilia oggi. I paesaggi, la musica, i colori e i sapori di una terra sempre baciata dal sole fanno da cornice all’intera vicenda, che trasmette allegria e ottimismo. Ed è proprio grazie all’energia del suo romanzo che il siciliano Vito Falco spera di trionfare anche a Casa Sanremo Writers, al Palafiori, sabato 13 febbraio, nella serata finale della competizione letteraria.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

COMUNICATO STAMPA 

Nello Amato è in finale per Casa Sanremo Writers 2016. Appuntamento al 13 febbraio per sapere se la storia di Maria avrà vinto

Il giardino degli oleandri

Un diario scritto da un’ex prostituta per la figlia per chiedere comprensione.

Il passato, veicolo di ricordi e sogni, e la maternità, premessa di un futuro di gioia e vita. Due mondi che apparentemente sono agli antipodi, ma che Nello Amato ha riunito nel suo romanzo Il giardino degli oleandri (404 pagine), opera pubblicata dalla casa editrice Albatros e scelta da una numerosa giuria di lettori per partecipare, insieme ad altri 18 libri, alla finale del concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016, organizzato dalla BookSprint Edizioni in collaborazione con Gruppo Eventi.

Protagonista del racconto è Maria, una prostituta che ha deciso di rompere con quella vita, ma che ormai ha un’anima sconvolta dalle brutture del passato. La sua fragilità, i suoi dubbi e le sue debolezze emergono in ogni pagina del diario che ha deciso di scrivere, su consiglio del suo psicoterapeuta, per sua figlia, come “eredità preziosa” da lasciarle. Maria nasconde un segreto, che però ha finalmente deciso di rivelare: ha ucciso. Non chiede perdono, non vuole pietà, non sogna la redenzione. Vuole soltanto liberarsi del suo peso e sogna, semmai, la comprensione.

Ha ucciso perché “Il giardino dell’oleandro” racconta anche dell’amore omosessuale di Maria per Lucia e della violenza sessuale perpetrata nei suoi confronti da Giovanni Buondio e altri tre complici. La vita di una prostituta nasconde anche questo e pian piano la follia prende il posto della lucida ragione. Non si può dimenticare il passato, le voci, il dolore, un suicidio… tutto questo è vita, tutto questo è il brutto dell’essere umano.

Una realtà cruda, dolorosa, che riflette e fa riflettere sulla nostra società e su quanto ancora il nostro Paese, viva di una mentalità retrograda e di facciata che impedisce alle persone di vivere liberamente la propria vita, la propria sessualità, il proprio io. La bravura di Nello Amato, oltre a raccontare questa sfaccettatura delicata e disarmante italiana, è quelle di immedesimarsi nei panni di Maria e di raccontare, con freddezza e bruciante durezza, il mondo interiore di una ragazzina che sognava di studiare all’università e che è caduta vittima di un circuito infame e cattivo. Appuntamento allora con l’autore e con “Il giardino degli oleandri” il 13 febbraio al Palafiori di Sanremo per la finale di Casa Sanremo Writers.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

COMUNICATO STAMPA 

L’autrice romana Sara Vannelli torna in libreria con una raccolta di racconti finalista a Casa Sanremo Writers 2016

Dovevo dirtelo

L’amore nella sua bruciante verità e in tutti i suoi aspetti

Una raccolta di racconti pungente e impegnata è tra i 19 libri protagonisti della finale di Casa Sanremo Writers 2016. Stiamo parlando di Dovevo dirtelo di Sara Vannelli, pubblicato da Edizioni La Gru (all’interno della collana Catarsi) e in lizza per vincere il concorso letterario nazionale organizzato da Gruppo Eventi e dalla casa editrice BookSprint Edizione in concomitanza con il Festival di Sanremo.

L’opera, che si compone di 214 pagine e una trentina di racconti brevi, avvolge e coinvolge grazie alla bravura della scrittrice, già protagonista in passato con i suoi lavori e tornata alla ribalta grazie a desideri, fantasie, fatti e sogni raccontati con maestria e al limite del paradosso, utilizzando personaggi sempre nuovi e vivaci, vittime della vita e sgomenti di fronte agli accadimenti che essa riserva. Il palcoscenico è la realtà di tutti i giorni, si viaggia tra aeroporti e ristoranti, strade famose e camere da letto, per scivolare nell’intimo delle storie e smascherare la superficialità dell’esistenza umana, nell’immenso mondo dell’amore, in tutte le sue sfaccettature.

Il bisogno di verità emerge storia dopo storia, racconto dopo racconto, perché solo la verità può portare alla felicità e all’affermazione dell’io. Ma affinché essa emerga, c’è bisogno di rompere gli schemi comuni del quieto vivere, di andare contro le regole che la società ci impone e di guardare con occhi diversi e critici la realtà. È con questa decisione di intenti che Sara Vannelli, autrice romana, si candida per un ruolo da protagonista nella serata conclusiva del Palafiori di sabato 13 febbraio, serata in cui spera di vincere il primo premio, ennesimo attestato di stima per il suo impegno e il suo stile unico.

“Nelle case della gente” di Mirko Tondi, finalista di Casa Saneremo Writers

Mirko Tondi sarà protagonista con il suo romanzo “Nelle case della gente” (PSE Editore) a Casa Sanremo Writers 2016, finale del Concorso Letterario Nazionale organizzato dalla BookSprint Edizioni in collaborazione con Gruppo Eventi.

Romanzo autobiografico, intimo, sentito e sofferto dall’inizio alla fine. Il protagonista senza nome è un giovane uomo che sente il bisogno di mettere in ordine la propria vita iniziando da sé e dal suo passato, di capire chi è e cosa ne vuole fare dei suoi giorni, di dare un nome ai sentimenti e alle emozioni che prova e che lo tormentano dal profondo. I suoi giorni e le sue notti sono tormentate, vissute spasmodicamente alla ricerca della propria dimensione, della propria personalità, della propria volontà.

Dopo aver ricevuto un messaggio piuttosto criptico da una persona che in seguito scoprirà essere legata al suo passato, ha l’opportunità di conoscere dettagli nascosti della sua vita, ma per un anno intero si lascia seppellire dalla paura e dall’apparente benessere del non sapere. Frastornato da un’esistenza piena di vuoti e da un padre sbagliato, si ritrova a compiere un tour tra le stanze della propria casa e nello stesso momento un viaggio nei ricordi. Tutto riporta al padre, vero fantasma ancora in vita: suo padre che lavorava in carcere, suo padre che all’improvviso non ci lavorava più; suo padre che fece i soldi con un’impresa edile, suo padre che è riuscito a sperperare una fortuna e ora è costretto a dipendere da lui. I sentimenti si muovono su un’altalena: ama tutto e odia tutto, ama il padre e odia il padre.

Poi ci sono le sue ossessioni raccontate in forma di monologo interiore, il possesso per gli oggetti, il rapporto morboso coi libri, l’ambiguità dello scrivere, l’eredità di non riuscire a gestire i soldi, i suoi costanti timori, gli incubi, la girandola di amici, l’inadeguatezza nelle relazioni e l’insoddisfazione per il lavoro, le frustrazioni.

Lo stile trafelato e affannoso sottolinea la volontà di descrivere ogni particolare, ogni sensazione, ogni emozione in un ininterrotto flusso di coscienza che rende la narrazione avvolgente.

Per conoscere se sarà Mirko Tondi e Nelle case della gente il vincitore del concorso, seguite la finale il 13 febbraio al Palafiori di Sanremo.

COMUNICATO STAMPA 

Titti Gemellaro in finale per Casa Sanremo Writers 2016. L’autrice saprà se avrà vinto il prossimo 13 febbraio.

Il fiore dell’amaranto

La vita di Lidia, una donna con un forte desiderio di avere una famiglia mai del tutto realizzato.

Il passato, solo guardando in faccia il dolore lo si può comprendere. Il passato pieno di ricordi e rimpianti, sperando in un futuro diverso. Sentimenti e sensazioni forti di vita reale che Titti Gemellaro è riuscita a trasmettere ai lettori del suo romanzo Il fiore dell’amaranto (98 pagine), opera pubblicata dalla casa editrice Edizioni creativa e scelta da una giuria di lettori molto ampia per partecipare, insieme ad altri 18 libri, alla finale del concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016, organizzato dalla BookSprint Edizioni in collaborazione con Gruppo Eventi.

La trama. Lidia è una donna con il desiderio di avere una famiglia mai del tutto realizzato. Vive la sua vita di madre premurosa e di moglie incompresa, ma questo non la distoglierà dal lottare per i suoi ideali fino in fondo. La storia finisce in modo inaspettato, giungendo all’epilogo attraverso vicende di vita familiare e di crescita interiore che passano per la strada del dolore. Lidia riuscirà a comprendere il suo passato, guardando finalmente con chiarezza il percorso da intraprendere per un futuro migliore. Il messaggio dell’autrice è che nella vita bisogna essere sempre se stessi e che la verità si raggiunge solo dopo che si è conosciuti se stessi fino in fondo. Solo quando si comprende ciò che si vuole, allora tutto diventa più facile.

“Il fiore dell’amaranto” ci racconta quanto può essere difficile la vita di una donna, che nasconde spesso una realtà dolorosa, ma che ritroviamo frequentemente anche nelle nostre vite. La metafora è proprio il fiore dell’amaranto, un baccello che è in grado di riprendersi anche dopo l’essiccazione soltanto entrando in contatto con l’acqua. L’immedesimarsi nei panni di Lidia così profondamente potrebbe essere per Titti Gemellaro l’arma vincente per il successo di Casa Sanremo Writers, con la serta finale in programma il 13 febbraio al Palafiori di Sanremo.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

COMUNICATO STAMPA 

Il romanzo di Claudio Foti è in lizza per vincere Casa Sanremo Writers 2016 grazie al giudizio positivo della giuria di lettori

Ombre su Campo Marzio

La storia di Gerbert d’Aurillac, più famoso come papa Silvestro II

La storia di Gerbert d’Aurillac, il futuro papa Silvestro II, al centro del romanzo di Claudio Foti Ombre su Campo Marzio, primo premio “Le ali della fantasia 2006” e finalista al concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016, organizzato dalla BookSprint Edizioni in collaborazione con Gruppo Eventi. Il volume – 144 pagine pubblicate da Edizioni Tabula Fati – racconta la storia di un uomo carismatico, oscuro, che solo di recente gli studiosi stanno rivalutando come figura importante e affascinante del nostro passato.

La trama. La narrazione parte nel 969, e precisamente con il viaggio di un giovane frate francese, Gerbert d’Aurillac, le cui origini sono dibattute (non è chiaro se sia figlio di contadini o di una famiglia nobile), che partecipa alla spedizione verso Roma del vescovo Attone, in compagnia del conte Borell, per perorare la causa del riconoscimento della Marca Ispanica dal papa Giovanni XIII. Un intreccio tra storia e invenzione, tra fantasia e realtà che si incontrano e intrecciano per delineare il personaggio vero che le cronache dei tempi ci hanno restituito solo in parte e che è noto col nome di papa Silvestro II.

Il papa mago, dalle origini oscure, dal passato misterioso e dalle gesta particolari che ancora oggi rappresenta un’incognita per gli studiosi del settore, è quindi il personaggio principale del romanzo, che arriva direttamente al Palafiori di Sanremo per giocarsi il primo premio si Sanremo Writers 2016. Se riuscirà “Ombre su Campo Marzio” di Claudio Foti a vincere lo sapremo solo il prossimo 13 febbraio, quel che è certo è che la storia di Gerbert d’Aurillac piace perché coinvolge, perché ha risvolti reali e perché lo stile di scrittura dell’autore contribuisce molto ad aumentare l’interesse verso una vicenda da poco riaffiorata sui libri di storia.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

“Spirito d’Amore” di Teresa Pinci, finalista a Casa Sanremo Writers 2016

Ispirato da fatti realmente accaduti e drammaticamente quotidiani, è il romanzo di Teresa Pinci “Spirito d’Amore” (Seneca Edizioni) che parteciperà il 13 Febbraio alla finale di Casa Sanremo Writers, l’ambito Concorso Letterario gestito dall’editore Vito Pacelli della casa editrice Booksprint Edizioni e da Gruppo Eventi.

Il romanzo nasce dall’esigenza di raccontare la storia di una cara amica che non c’è più e dalla voglia di riscattare la sua condizione di madre e moglie, le violenze (fisiche e psicologiche) subite, la vita dei bambini costretti a vivere in un’atmosfera familiare travagliata, il tradimento.

La storia si svolge nei giorni nostri a Torino. I protagonisti sono: Sara, una giovane donna che si occupa dei propri figli e della casa, Guido il marito, Ilaria, una misteriosa ragazza che farà perdere la testa a Franco, amico di guido, ma che alla fine si rivelerà un fantasma.

Tutto inizia in circostanze tragiche: il funerale di Sara. Durante la funzione Guido è pienamente consapevole degli sguardi indignati di amici e parenti a lui diretti, in quanto essi sono a conoscenza del trattamento ignobile che aveva riservato alla povera Sara fino a pochi giorni prima. Dopo il funerale, a casa di Guido, Franco incontra Ilaria e ne rimane affascinato a tal punto da non levarsela dalla testa. Dopo quell’incontro e ha inizio una serie di strani eventi che porteranno man mano alla luce un triste passato.

In questo scenario, di contro, si trovano quei valori che lasciano spazio alla speranza: l’amicizia che rappresenta la via d’uscita e l’amore come veicolo per realizzare qualcosa di davvero importante.

Teresa Pinci vive a Sangano, in provincia di Torino. Come scrittrice ha partecipato a molti concorsi letterari e ha ricevuto molti riconoscimenti, in particolare nella provincia di Catanzaro con l’opera “Teresa Borgia di Filogaso“. È inoltre un’ abile pittrice le cui opere le hanno portato altre soddisfazioni e riconoscimenti anche in questo campo.

Sarà Spirito d’amore il vincitore della kermesse? Appuntamento allora con l’autrice al Palafiori di Sanremo il 13 febbraio.

“L’Amore di un Angelo” di Angelo Pagano, finalista a Casa Sanremo Writers 2016

Angelo Pagano sarà tra i 19 finalisti del Concorso Letterario Casa Sanremo Writers edizione 2016, con il suo libro “L’amore di un Angelo” pubblicato daComunicando Editore. L’opera il cui tema principale, è l’amore inteso come il motore che muove il mondo, racconta la storia di Marco, un giovane che nel suo percorso di vita non sarà mai solo perché a vegliare su di lui ci sarà un angelo.

Un piccolo romanzo, scorrevole da leggere ma soprattutto intriso di un forte senso religioso. Marco, dopo varie problemi familiari, riesce a terminare gli studi per diventare infermiere e svolgere così la sua professione con passione dedicandosi ad aiutare il prossimo. Il protagonista è l’emblema di un ragazzo forte che lotta per staccarsi dalle sue origini e che si impegna nello studio tra mille rinunce e avversità, fino al giorno in cui troverà l’amore, quello autentico e vero.

Ne “L’Amore di un Angelo” l’autore parla dell’angelo custode che ognuno di noi ha, e nel libro ciò viene messo in risalto, quasi come uno stile di vita, dettato da sani principi di libertà, democrazia e rispetto reciproco. È appunto il rispetto della propria libertà e di quella degli altri il fondamento su cui si basa l’amore dell’uomo verso la propria donna, i figli che sono un dono di Dio, l’amore del proprio lavoro, l’amore verso gli altri.

Marco, con le sue vicissitudini rivela come di fronte alle avversità della vita, ciò che deve prevalere è l’amore per sé stessi difendendo la propria vita perché è un dono di Dio e ciò riesce a farlo con disinvoltura.

Angelo Pagano, vive ad Andria, Infermiere di professione, autore, poeta e scrittore per passione. Scrive questo romanzo con lo scopo di rivolgersi a tutti i giovani che intraprendono la professione sanitaria per far capire loro quanto questo lavoro sia gratificante perché spesso gli infermieri sono visti dai pazienti come angeli custodi.

Sarà lui, nella giornata di sabato 13 febbraio, ad alzare le mani in segno di trionfo a Casa Sanremo Writers?

COMUNICATO STAMPA 

Angela Barbieri è una dei finalisti di Casa Sanremo Writers 2016 con il suo libro sul cinismo e la durezza dell’esistenza umana

Il lupo è veramente cattivo

Il dolore, la cattiveria e la vita sono i protagonisti di questo romanzo.

Homo homini lupus. Si potrebbe dire che Il lupo è veramente cattivo, il romanzo di Angela Barbieri pubblicato da Città del Sole Editore (172 pagine) e finalista al concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016, organizzato dalla BookSprint Edizioni in collaborazione con Gruppo Eventi, parta da questa condizione filosofica e pratica dell’essere umano, per poi sviluppare la propria trama, in un crescendo di riflessioni e di scontro con la realtà, che spesso, forse perché più brutta di quanto pensiamo, tendiamo noi stessi a nascondere.

Federico e Sara, i protagonisti della storia, passo dopo passo, giorno dopo giorno, si ritrovano a convivere con la vita. Stanno crescendo, stanno per entrare nel mondo degli adulti e il passaggio non è dei più semplici. Gli ostacoli sono dietro l’angolo, i pericoli costantemente presenti e c’è sempre qualcuno pronto a vestire i panni del lupo cattivo, come nella favola di Cappuccetto Rosso. Gli incubi diventano realtà, il bullismo, il dolore e il dramma sono i nuovi compagni, inattesi e indesiderati. Federico deve fare i conti con un passato doloroso e con un padre grezzo e violento; Sara vive una vita apparentemente tranquilla, ma la scomparsa del papà stravolgerà la sua realtà.

È proprio vero allora, nulla è semplice e quando sembra che tutto stia andando per il verso migliore è il momento di drizzare le antenne e stare all’erta per evitare di ritrovarsi naufraghi nel mare della vita. L’ansia, la desolazione e lo sconforto sono i sentimenti maggiormente in ballo nell’opera e su cui lavora con sagacia la penna della scrittrice, non a caso premiata, anche per il suo modo cinico di descrivere la realtà, con la partecipazione alla fase finale di Casa Sanremo Writers da una giuria di appassionati lettori. Vedremo se sarà lei, con il suo cinismo e la sua unicità stilistica, a trionfare nella serata conclusiva dell’edizione 2016 del concorso, in programma sabato 13 febbraio al Palafiori.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

“Vivo tra puntini sospensivi” di Giuseppina Dell’Aria, finalista a Casa Sanremo Writers 2016

 Anche la poesia sarà di scena sabato 13 febbraio nella serata di premiazione del Concorso Letterario Casa Sanremo Writers organizzato dall’editore della BookSprint edizioni Vito Pacelli e dal patron di Casa Sanremo Vincenzo Russolillo. Giuseppina dell’Aria infatti con la sua raccolta poetica “Vivo tra puntini sospensivi” (pubblicato da Homo Scrivens) è nella rosa dei 19 finalisti che si contenderanno l’ambita vittoria al concorso.

Quella della Dell’Aria è una poesia intimista in cui emerge il tema della memoria e della condizione umana in cui si sente la voglia di riscatto e la ricerca di una nuova identità, del cambiamento. Sono versi in cui amore, memoria e malinconia sono accompagnati dal ritmo e dalla tensione del tango; versi indocili e insieme docili che raccontano i pieni e i vuoti, l’identità sofferta dell’amore, della solitudine e del dolore attraverso uno sguardo femminile che racconta cosa vuol dire essere donna oggi, ed esserci veramente.

Il titolo, “Vivo tra puntini sospensivi”, rimanda all’idea del vivere appartato tipico di chi racconta la vita e la quotidianità con le parole, osservando il mondo che ci circonda e meditando facendo dono alla comunità dei suoi preziosi pensieri. Il libro finalista è una corposa raccolta di poesie che non seguono uno schema preciso ma che parlano ditte al cuore di chi legge. Ogni poesia è un tassello di un’esistenza. Attraverso lo spazio che l’autrice ci regala, intravediamo riverberi ed intrecci di mondi lontanissimi e insospettabili coincidenze, ritardi sul crocevia del tempo che aprono nuove prospettive.

Giuseppina Dell’Aria è nata ad Avellino ma vive a Napoli. La sua scrittura narra di lei, del passaggio dolente delle stagioni, della verità che ricerchiamo quando la parola ci accompagna e diventa quasi una necessità Ha partecipato ai volumi Enciclopedia degli scrittori inesistenti 2.0 (Homo Scrivens 2013), La vera bellezza (Boopen led 2010) e Serial Novel (Homo Scrivens 2014). Fra i diversi riconoscimenti, il premio nazionale di letteratura e teatro Nicola Martucci – Città di Valenzano 2010. Da alcuni anni è impegnata anche nella scrittura teatrale, scrivendo per il progetto “Teatro di luoghi”, atto alla valorizzazione di siti storici di Napoli.

Luigi Emmolo vince la sezione web di “Casa Sanremo Writers ed. 2016”

Il popolo di internet ha decretato dopo giorni di votazioni come vincitore del concorso “Vota il tuo libro preferito” sezione web del concorso “Casa Sanremo Writers 2016”, Luigi Emmolo. Il suo libro “Se la primavera non tornasse…-Il risveglio delle coscienze: la speranza di un futuro “migliore”” grazie ai 718 voti ha trionfato ed è pronto ad approdare, il prossimo febbraio a Sanremo.

Il romanzo, scritto sotto forma di favola con protagonisti gli animali della foresta, in particolare una farfalla, Flò, ed un’ape, Noan, racconta una triste storia: la fine del mondo ad opera dell’uomo che non rispetta la natura e che si circonda di oggetti inutili e dannosi perdendo il senso della vita e dimenticando il piacere delle piccole cose di ogni giorno. Flò e Noan, sono due simboli importanti della vita. La farfalla simboleggia la Natura: bella, colorata, ma estremamente fragile, proprio come gli equilibri naturali che mantengono in vita il Pianeta. L’ape simboleggia invece la Speranza: se le api sparissero, infatti, la maggior parte dei fiori non potrebbe riprodursi, e ci sarebbe la fine del genere umano.

“Se le primavera non tornasse” è stato pubblicato nel 2015 dalla BookSprint Edizioni, ed è nato con uno scopo molto nobile, quello di sensibilizzare gli uomini al rispetto della natura e delle sue bellezze. Il salotto letterario di “Casa Sanremo” sarà quindi la giusta vetrina per Luigi Emmolo, classe 1979, insegnante di Scienze, per parlare del grave problema ambientale che affligge il nostro pianeta e far capire che è proprio dall’impegno del singolo uomo che si può cambiare il mondo. Certamente sentiremo ancora parlare di Luigi Emmolo e del suo libro, per adesso gli facciamo le nostre migliori congratulazioni e gli diamo appuntamento al Palafiori di Sanremo.

“Il rancore non dimentica” di Luca Russo, finalista a Casa Sanremo Writers 2016 

Un intricato thriller dalle tinte gialle che vede coinvolto l’ispettore Davide Quarto, alla resa dei conti con il suo passato, ambientato nell’affascinante cornice della città di Bologna. Questa la storia raccontata ne “Il rancore non dimentica” il libro di Luca Russo, finalista dell’ambito concorso letterario Casa Sanremo Writers ed. 2016,organizzato dalla BookSprint Edizioni in collaborazione con Gruppo Eventi.. Il volume, 296 pagine, è pubblicato da Maglio editore ed è inserito nella collana “I narratori”.

Roberto Tassi, giovane promoter pubblicitario, all’ aeroporto Marconi di Bologna si ritrova ad avere tra le mani una banconota da 10 euro con il nome e cognome di una sua vecchia fiamma, Rebecca Arlotti. Incuriosito dalla coincidenza prova a telefonare alla ragazza, con la speranza di un appuntamento, che non avrà mai luogo. Intanto sempre nella stessa città, l’ispettore di polizia Davide Quarto è alle prese con una misteriosa indagine che coinvolge una serie di donne, il cui destino è profeticamente marchiato su banconote da 10 euro. Comincia così una sfida aperta tra all’intero corpo di polizia e il presunto assassino.

Nel libro ci sono tutti gli ingredienti tipici del genere: morti misteriose, un serial killer spietato, le difficili, ed intricate indagini, la necessità di trovare al più presto il colpevole per evitare la carneficina. In una serrata corsa contro il tempo, Davide Quarto tenterà di salvare più vite possibili, scontrandosi con il suo passato e un “rancore che non dimentica”.

L’autore, Luca Russoè nato a Bologna, ma vive a Roma dove attualmente svolge la professione di bancario. Coltiva la passione per la lettura e la scrittura e ha già in cantiere un altro romanzo.

Appuntamento dunque con l’autore e con “Il rancore non dimentica” il 13 febbraio al Palafiori di Sanremo per la finale di Casa Sanremo Writers.

“Golden Standard” di Antonio Valenzi, finalista a Casa Sanremo Writers 2016

C’è anche il giornalista e scrittore romano Antonio Valenzi tra i 19 finalisti che presso il Palafiori di Sanremo, si contenderanno la vittoria di Casa Sanremo Writers, l’annuale e prestigioso concorso letterario, che accompagnerà il “Festival della canzone italiana” e che si concluderà il 13 febbraio. Il suo libro, “Golden Standard”, uno spy thriller mozzafiato, è pubblicato dalla casa editrice Arpeggio Libero.

Il protagonista, Flavio Altedo, è un economista scapolo, appena tornato in Italia dopo diversi anni di permanenza negli Stati Uniti. Tutto sembra andare per il verso giusto, quando viene accusato di far parte di una rete del contrabbando di oro; si ritrova così catapultato al centro del traffico internazionale del prezioso metallo in cui è costretto a provare la sua innocenza, scoprendo in questa vertigine quanto vale la sua vita. Un’inchiesta della Guardia di Finanza ha infatti trovato a suo nome ingenti quantitativi di carichi registrati presso un Compro Oro sul quale stava conducendo delle indagini. Nello stesso momento l’intelligence economica del Ministero del Tesoro registra un comportamento anomalo dei titoli dell’oro sul mercato finanziario tanto da far temere una ricaduta imminente nei rapporti internazionali.

Un thriller avvincente, quello nato dalla penna di Antonio Valenzi, che tiene incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina fino al conclusivo colpo di scena nel quale si scoprirà che l’origine di tutto è in un anfratto dimenticato della storia che non ha mai allentato la sua carica esplosiva.

336 pagine ricche di suspense che si articolano tra rivelazioni e accuse, tra personaggi ambigui e doppiogiochisti, in cerca di redenzione o di vendetta come la seducente ed enigmatica Elle. Il protagonista Flavio Altedo metterà a repentaglio la propria vita ritrovandosi catapultato in uno scenario pericoloso che fa pensare a una seconda Guerra Fredda.

COMUNICATO STAMPA 

Approda al Palafiori di Sanremo il legal thriller di Claudio Sara, che racconta di un presunto stupro su una quattordicenne

Il seme del dubbio

L’Italia degli anni ’50 come sfondo del romanzo dell’avvocato avellinese.

L’Italia degli anni ’50 raccontata nel legal thriller di Claudio Sara “Il seme del dubbio, romanzo secondo classificato al premio internazionale di Narrativa Edita “Memorial Melania Rea 2015” e soprattutto finalista al concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016, organizzato dalla BookSprint Edizioni, la giovane casa editrice di Vito Pacelli, in collaborazione con Gruppo Eventi. Il volume espone la situazione del Bel Paese nell’immediato dopoguerra, una situazione non facile, spesso sfondo di diverse storie, ma che viene descritta con particolarità e unicità in questa opera.

Nelle 254 pagine del libro, edito da Ensemble, si ripercorre la storia di Renzo Vinsa, avvocato alle prese con un processo che gli sconvolgerà la vita. Nel suo incarico, è chiamato a scoprire la verità sul caso di una quattordicenne vittima di una presunta violenza subita (Candida Ranucci). Il Vinsa dovrà provare a scindere il lavoro dalla vita privata, le convinzioni professionali con i precetti di un’educazione che ha sempre considerato importante e ricca di valori. L’avvocato si troverà a mettere in dubbio tutta la sua esistenza, a rivalutare il proprio modo di pensare, in un crescendo di inquietudini e colpi di scena.

L’apprezzamento dei lettori nei confronti di “Il seme del dubbio“, oltre ad essere un attestato di stima nei confronti dell’autore, Claudio Sara, avvocato civilista avellinese classe 1963, è la dimostrazione di come lo stesso scrittore riesca a raggiungere il proprio pubblico grazie ad una dovizia di particolari importanti, alla competenza che dimostra nel campo e allo stile di scrittura, coinvolgente ed efficace, oltre che alla scelta di un tema, lo stupro, la violenza sessuale, oggi più che mai quotidiano e ricorrente.

Appuntamento dunque con Claudio Sara e il suo romanzo al Palafiori di Sanremo il prossimo 13 febbraio, per scoprire se “Il seme del dubbio” avrà vinto il primo premio di Casa Sanremo Writers 2016.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

COMUNICATO STAMPA 

L’autore BookSprint Giovanni Bertini punta alla vittoria di Casa Sanremo Writers 2016 con un romanzo storico geniale e bizzarro.

I Promessi Sposi e la Lettera Scarlatta

Fare il medico nel 600 di Manzoni e di Hawthorne…

C’è anche l’autore della BookSprint Edizioni, Giovanni Bertini, tra i 19 finalisti del concorso letterario nazionale Casa Sanremo Writers 2016. Alla manifestazione, che accompagna la kermesse musicale nella settimana più glamour dell’anno della cittadina ligure, lo scrittore arriva con il suo romanzo storico I Promessi Sposi e la Lettera Scarlatta, 130 pagine edite proprio dalla giovane casa editrice di Vito Pacelli che, in collaborazione con Gruppo Eventi, ormai gestisce il concorso da diversi anni.

La trama. Gianni Bertini soffre di dismnesia, una rara malattia che fa sì che confonda la realtà con i sogni. Tutto quello che vive potrebbe essere, in realtà, un semplice viaggio immaginario della sua testa. Il problema è che il protagonista, uomo già di per sé un po’ fuori dalle regole e dal comune, immagina di essere unprotagonista del Seicento, periodo storico ben descritto dal Manzoni nei suoi “Promessi Sposi” e da un altro romanzo che ha fatto la storia della letteratura: “La lettera scarlatta” di Hawthorne. La peste a Milano, l’invasione spagnola, le regole dei conventi benedettini e la società inglese colonialista di un tempo diventano il suo pane quotidiano, mentre porta avanti la professione di medico, grazie alla quale cerca di prodigarsi a favore degli indiani e delle popolazioni autoctone.

Un viaggio fantastico e fantasioso nei secoli per rinverdire i fasti di due mostri sacri della letteratura mondiale, confrontarli e studiarli, per non perdere delle tracce della grande scrittura oggi. Manzoni e Hawthorne, studiati a scuola in Italia e nel Regno Unito perché emblemi di un cultura nazionalista vera. Un’idea divertente, a tratti grottesca, ma vincente e stimolante, tant’è che una vasta giuria popolare ha scelto l’autore tra i 19 finalisti di Casa Sanremo. Grazie al suo genio, alla sua sregolatezza e ad una penna istrionica e aggraziata, Giovanni Bertini spera di essere premiato come il trionfatore di Casa Sanremo Writers 2016 al Palafiori il giorno 13 febbraio.

Ufficio Stampa Booksprint Edizioni

Tel: 0828 951799 – Fax: 0828 1896613

ufficio.stampa@booksprintedizioni.it

blog.booksprintedizioni.it

BOOKSPRINT EDIZIONI

C.so Garibaldi, 84021 Buccino (SA)

www.booksprintedizioni.it

 

Writers

Il Concorso Letterario di Casa Sanremo

Writers, è’ una cinque giorni di presentazioni di libri, readings, incontri con artisti e autori, caffè letterari e soprattutto un grande concorso.

Casa Sanremo Writers è una splendida occasione di incontro tra gli scrittori e il loro pubblico, in compagnia di musicisti, giornalisti, uomini di spettacolo.

Bevendo the e leggendo passi di libri, verranno proposti cinque percorsi letterari differenti, su argomenti specifici legati a storie di musica e di vita.

Per iscrizioni alle selezioni di Casa Sanremo Writers pulsante_clicca_qui

Casa Sanremo Writers ed.2017
La Casa Editrice BookSprint Edizioni, insieme a Gruppo Eventi, organizza il Concorso Letterario
“Casa Sanremo Writers ed.2017”Nato con l’intento di dare spazio e visibilità a quanti hanno pubblicato un libro, dopo il successo delle scorse edizioni, la casa editrice BookSprint Edizioni di Vito Pacelli, insieme a Gruppo Eventi, è lieta di lanciare il concorso letterario nazionale “Casa Sanremo Writers ed. 2017”.

Al concorso, aperto a tutti gratuitamente, sono ammesse opere edite a tema libero, scritte in lingua italiana. Per partecipare è molto semplice: basta iscrivere il proprio libro compilando l’apposito modulo entro il 5 Gennaio 2017.

Tutte le opere iscritte saranno esaminate da una giuria popolare, composta da oltre 300 giurati appassionati lettori. 

La scelta di una giuria popolare, che vede protagonisti lettori provenienti da tutta Italia, con gusti e interessi variegati, si colloca nella convinzione che il successo di un libro debba sempre decretarlo il pubblico. I testi che la giuria valuterà come i migliori in gara, avranno la possibilità di essere presentati all’interno di una location davvero di eccezione com’è quella di Casa Sanremo che, nei giorni del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, diventa il luogo di incontro e di riferimento per tutti i personaggi che ruotano intorno alla karmesse e quindi giornalisti, critici letterari e personaggi noti.

Le interviste agli autori dell’Edizione 2016