FeNAILP: “Casa Sanremo sancirà il matrimonio fra il web e la formula tradizionale del Festival”

“Casa Sanremo sancirà il matrimonio fra il web e la formula tradizionale del Festival”. Sono queste le parole del Presidente di FeNAILP, Sabato Pecoraro, di cui riportiamo l’intervista

Già nelle scorse edizioni al fianco di Gruppo Eventi, la FeNAILP (Federazione Nazionale Autonomi, Imprenditori e Liberi Professionisti) ritorna a Casa Sanremo con l’entusiasmo dei suoi associati. Di questa opportunità e di altri scenari racconta, in quest’intervista, il Presidente Sabato Pecoraro.

FeNAILP

  • Come nasce e si articola la patnership con Casa Sanremo?

Da tempo collaboriamo con Gruppo Eventi di Vincenzo Russolillo e il progetto “Casa Sanremo” ci vede in partnership da diversi anni.

La nostra Federazione ritiene la manifestazione una grande vetrina ed una buona opportunità per tutti i nostri associati da Nord a Sud, Isole comprese.

Sanremo, nei giorni del Festival, diventa un polo di attenzione e attrazione per coloro che partecipano a questa grande kermesse nazionale.

  • Cosa vuol dire supportare un progetto come questo in un momento così difficile e delicato?

Casa Sanremo dal 28 febbraio arriverà in tutte le case degli italiani. Sarà un’edizione  complicata ma sarà prepotentemente presente nel nostro quotidiano per moltissime ore e la visibilità sarà massima. Forse è questa l’edizione in cui gli sponsor otterranno il massimo vantaggio. Negli scorsi anni abbiamo raccolto l’entusiasmo dei nostri associati coinvolti  in questo progetto e anno dopo anno abbiamo raddoppiato le adesioni.

Tutti noi siamo estremamente interessati a Casa Sanremo, che quest’anno ha potenziato la comunicazione digitale, per portare ai telespettatori le immagini che dovranno documentare tutto quello che in altri tempi avveniva in piena libertà, nelle strade, nelle piazze e nelle hall degli alberghi.  

Riteniamo che Casa Sanremo sarà la novità più interessante di questa edizione con il racconto della gara, delle curiosità e delle emozioni, che avverrà attraverso il digitale e che sancirà il matrimonio fra il nuovo linguaggio del web e la formula tradizionale del Festival.

  • Quali insegnamenti e opportunità possono trarre le imprese da questo periodo storico?

Il grande insegnamento della pandemia è il cambiamento, la trasformazione.

Tutti noi abbiamo imparato che nulla è immutabile, che tutto può sconvolgere e modificare il nostro stile di vita. Le imprese devono essere in grado di seguire i mutamenti, devono ascoltare e devono adeguarsi a ciò che chiede il mercato. 

Tante aziende hanno trasformato la linea produttiva e tanti commercianti hanno diversificato la loro offerta. Anche il turismo ha un volto diverso, certo non si registrano i grandi numeri del turismo internazionale ma, nella scorsa estate, gli italiani hanno visitato l’Italia e questo è un dato consolatorio.

  • Come si può ripartire da Sanremo?

Si riparte dall’Italia. Lo scorso anno nessuno avrebbe mai immaginato che Sanremo sarebbe stata l’ultima manifestazione “normale” del 2020, e che dopo febbraio tutto sarebbe cambiato a causa di un minuscolo virus che ha sconvolto il mondo.

Mi auguro che l’edizione 2021 di Sanremo dia il segnale positivo della ripartenza, e con la campagna di vaccinazione ritorneremo lentamente alla normalità. 

Da Casa Sanremo la FeNAILP intende inviare un messaggio di serenità con serate tranquille trascorse in famiglia.