Gabriele Del Mese confermato responsabile Web Space di Casa Sanremo

Programmatore con una grande passione per codici, numeri e statistiche, Gabriele Del Mese, ancora una volta, curerà l’aspetto web di Casa Sanremo: dalla gestione degli accrediti all’invio delle newsletter, passando per la gestione di hosting e mail, tutto il sistema che governa il funzionamento dei canali online dell’evento è nelle sue mani.

In quest’intervista ci racconta in cosa consiste il suo ruolo e di cosa si sta occupando per quest’edizione:

L'intervista a Gabriele Del Mese
– Quale ruolo ricopri nell’organizzazione di Casa Sanremo?

Da sette edizioni, ormai, mi occupo di coordinare tutto quello che ha a che fare con il web: un evento così articolato come Casa Sanremo necessita di una programmazione d’interventi ben pianificata che occupa quasi tutto l’anno e, naturalmente, va seguita con attenzione per molti mesi prima che l’evento inizi.

– In particolar modo: come funziona la gestione degli accrediti?

Sicuramente questo è uno degli aspetti cruciali della manifestazione: ogni anno riceviamo oltre 7mila richieste di pass concentrate maggiormente nei giorni immediatamente precedenti l’evento, poiché intorno a Casa Sanremo oltre ad artisti e discografici, che sono il cuore dell’evento, gravitano giornalisti, fotografi blogger che lo raccontano all’esterno nonché sponsor e operatori a vario titolo necessari per il corretto funzionamento della macchina organizzativa.
Abbiamo messo a punto un sistema che permette, ad ogni responsabile di area di valutare le richieste e accreditare soltanto le persone del proprio settore di competenza, così da ottimizzare il processo di approvazione e diminuire i tempi di attesa.

– Nella scorsa edizione avete introdotto anche un’importante novità che riguardava Facebook: ce la racconti?

Sì, abbiamo integrato la registrazione al sistema pass con il Messenger di Facebook: siamo stati i primi in Italia ad applicare un sistema simile al comparto degli eventi e possiamo dire che è stato un successo: le persone, invogliate dalla familiarità con un sistema che utilizzano tutti i giorni, Facebook appunto, hanno interagito con molta più facilità ed immediatezza.
Con la registrazione e con le domande che abbiamo inviato successivamente abbiamo profilato progressivamente gli utenti, chiedendo ad esempio chi era interessato a ricevere aggiornamenti e chi era poi effettivamente arrivato a Sanremo: in base a questa suddivisione, nei giorni del Festival, ad esempio, abbiamo utilizzato Messenger per comunicare con i fan che ci hanno chiesto gli aggiornamenti e ricordare loro gli appuntamenti più importanti della giornata, e possiamo scegliere di inviare una comunicazione soltanto ad una o più categorie, ad esempio giornalisti, fotografi, discografici ecc.
Posso dire, con soddisfazione, che abbiamo avuto un buon riscontro in termini di apertura che di lettura del messaggio (l’80 % lo ha letto entro 1 ora) che, poi, si è tradotto anche in maggior presenza e partecipazione all’evento.