Veneto protagonista a Casa Sanremo

9 febbraio 2017 (Pranzo)

VENETO

Il Veneto (Vèneto in veneto /’vɛːneto/, Veneto in ladino, Venetien in tedesco, Venit in friulano) è una regione italiana a statuto ordinario di 4 907 883 abitanti situata nell’Italia nord-orientale; capitale storica e capoluogo amministrativo è Venezia. Confina a nord con il Trentino-Alto Adige e l’Austria, a sud con l’Emilia-Romagna, ad ovest con la Lombardia, a est con il Friuli-Venezia Giulia, e a sud-est con il mare Adriatico. Insieme al Trentino-Alto Adige e al Friuli-Venezia Giulia il Veneto costituisce la macroarea del Triveneto o delle Tre Venezie.

Per oltre un millennio indipendente nell’ambito della Repubblica di Venezia, dopo una breve parentesi austriaca e francese (1797-1814), e quindi nominalmente autonomo per alcuni decenni come Regno Lombardo-Veneto sotto l’Impero austriaco, nel 1866, secondo i termini dell’accordo di pace che fece seguito alla Guerra austro-prussiana, il Veneto venne assegnato alla Francia che lo cedette al Regno d’Italia. Oltre all’italiano, la maggioranza dei veneti si esprime in una delle varianti della Lingua veneta. In alcuni comuni si parla anche emiliano, friulano, ladino, bavarese e cimbro.

La regione prende il nome dal popolo dei veneti, popolazione Indoeuropea (Latino-falisci) che si attestò nel territorio dopo la metà del II millennio a.C.

Per lungo tempo, dopo l’annessione all’Italia, è stata terra di povertà ed emigrazione. Dal dopo guerra, a seguito di un notevole sviluppo industriale, è una delle regioni più ricche d’Europa. Grazie al suo patrimonio paesaggistico, storico, artistico e architettonico è, con oltre 16,2 milioni di visitatori e 61,8 milioni di presenze turistiche nel 2014, la regione più visitata d’Italia.

Con 579 comuni su tutto il suo territorio, il Veneto è la terza regione d’Italia per suddivisione comunale.

Fonte: Wikipedia

Chef Protagonista

Bruno Bassetto

Bruno Bassetto, maestro macellaio trevigiano e autore di 3 libri tra cui Fra tagli e frattaglie, Fra tagli d’Italia: dalle corna alla coda vera e propria Bibbia della carne eOde alla sopressaè entrato per ben tre volte nel Guinness dei primati per aver realizzato la salamella più lunga del mondo, (l’ultima misurava 7 metri e 18cm).
Protagonista di iniziative a Cinecittà e allo Stadio Olimpico di Roma e Torino, Bassetto, da tempo, fa degustare le sue specialità a tutti gli ospiti illustri del concorso nazionale Miss Italia, diventando fornitore di numerose personalità, nonché fornitore ufficiale del Papa Emerito Benedetto XVI, nelle sue vacanze a Lorenzago (BL).
Nel 2015 vince a Firenze, patria della bistecca, la sfida con la sua ormai famosa battuta a coltello, condita con sale marino e olio del Garda DOP Turri.
Eletto testimonial della carne veneta qualità verificata con marchio della Regione Veneto, nella sua lunga carriera ha ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti. Dal 1977 ad oggi, per esempio, ha vinto: il concorso vetrine radicchio rosso di Treviso, l’Eurocarne di Verona, al Carne Sud di Foggia è stato eletto maestro macellaio e, ancora, è stato docente nei corsi di macelleria e salumeria, invitato a Parigi come giudice in un concorso gastronomico internazionale ed è stato ospite nelle federazioni di Spagna, Svizzera e Germania.

Bruno Bassetto

L'intervista

Bruno Bassetto ambasciatore del Veneto a Casa Sanremo

Classe ’48, trevigiano doc con alle spalle oltre cinquant’anni di esperienza nel settore delle carni, Bruno Bassetto è il maestro macellaio,testimonial ufficiale della carne veneta QV (Qualità Verificata), che rappresenterà il Veneto a Casa Sanremo.

La passione per questo lavoro, che svolge fin da quando era ragazzino è tutta la sua vita. Tanta gavetta e tanta cultura del buon mangiare caratterizzano quest’interessante personaggio che, in quest’intervista ci racconta cosa vedremo il prossimo 9 febbraio a Casa Sanremo.

Come nasce la collaborazione con Casa Sanremo?

Da tempo ho collaborato in diverse aree hospitality di eventi importanti a livello nazionale come, per esempio, numerose partite di calcio allo Stadio Olimpico di Torino e Roma e, poi, alla finalissima del concorso nazionale di Miss Italia, occasione che mi ha fatto entrare in contatto con Gruppo Eventi e, di conseguenza, con Casa Sanremo.

A Casa Sanremo sarai presente in duplice veste: come maestro macellaio e come referente per la giornata del Veneto. Come si articola il tuo ruolo?

Nei giorni del Festival, oltre a portare la mia filosofia del “mangiar meglio spendendo meno”, avrò anche l’occasione di far conoscere e promuovere la mia terra, il Veneto: una regione che fonda gran parte della sua economia su turismo e agroalimentare, dando vita a prodotti d’eccellenza che saranno con me a Casa Sanremo, come, per esempio, il radicchio rosso IGP, il prosecco Valdobbiadene di Astoria Vini, la casatella trevigiana DOP, la soppressa veneta e tanti altri prodotti. Per quanto riguarda me, invece, porterò la battuta al coltello al naturale che ho creato io, utilizzando il fesone di spalla, del quarto anteriore che non ha bisogno di frollatura ma mostra una particolare succulenza al palato, condita poi solamente con sale marino e olio del Garda DOP Turri su crostino Figuli’. Con questa battuta realizzata interamente con carne veneta QV, mia specialità, ho avuto una bella soddisfazione: vincere una sfida contro la Chianina in terra toscana, patria della carne. Il risultato della mia battuta non ha nulla da invidiare a una tartare di filetto in termini di gusto, ma permette di risparmiare in modo considerevole.

Agli ospiti di Casa Sanremo, poi, farò assaggiare le mie guancette di scottona al radicchio rosso di Treviso IGP e la mia gustosissima e famosa salamella, per cui sono entrato anche tre volte nel Guinness dei Primati realizzandone, nell’ultima occasione, una lunga ben 7.018 metri.

Quali altre sorprese dovremo aspettarci?

Avrò modo di far apprezzare, come faccio di solito quando mi ospitano in illustri cucine, i tagli meno “nobili” della carne ma che sono, invece, i più saporiti e succulenti. Oggi purtroppo questa cultura della carne non c’è più, si è andata perdendo l’educazione alimentare che, invece, proprio a partire dai bambini dovrebbe essere insegnata.

Io dico sempre da Bruno Bassetto “non si viene solo per mangiare”, ma ai miei ospiti trasmetto anche cultura e, infatti, ho scritto anche dei libri al proposito, tra cui Fra tagli d’Italia dalle corna alla coda, che amo definire una vera e propria bibbia della carne, dove ci sono delle schede descrittive dei vari tagli di carne e relativi metodi di preparazione.

Questa è la tua prima volta a Sanremo e il decimo compleanno di Casa Sanremo: cosa ti aspetta da questa esperienza?

Faccio questo mestiere da oltre 50 anni e sono impegnato da tempo a diffondere la cultura della carne. Mi auguro, ovviamente, che quest’evento porti ancora maggiore visibilità alla mia persona e ai prodotti della tradizione veneta.

Qual è il tuo arrivederci speciale a Casa Sanremo 2017?

Venite a trovarci a Casa Sanremo, vi farò gustare tante buone pietanze e vi insegnerò a mangiar meglio spendendo meno.Ovviamente vi aspetto tutti nella mia terra, il Veneto, una regione ricca di bellezze artistiche, di storia e con una lunga tradizione enogastronomica.

SPONSOR

This carousel is empty, please add some logos.

Molise

Molise protagonista 2017

Sicilia

Sicilia protagonista

Campania

Campania protagonista

Liguria

Liguria

Veneto

Veneto Protagonista

Calabria

Calabria protagonista a Casa Sanremo 2017

Terre del Bussento

Terre del Bussento protagonista a Casa Sanremo

Puglia

Puglia_protagonista

Parco del Pollino

Parco del Pollino protagonista a Casa Sanremo 2017