Esce oggi “Arrivederci allora”, il nuovo video di Maldestro realizzato grazie ai Soundies Awards

Esce oggi 25 gennaio “Arrivederci allora” il quarto singolo estratto da “I Muri di Berlino”, il disco con cui Maldestro si è imposto all’attenzione nazionale, uscito subito dopo la sua partecipazione all’edizione 2017 del Festival di Sanremo, dove ha vinto diversi riconoscimenti tra i quali il prestigioso Premio della Critica Mia Martini con il brano “Canzone per Federica”. Il video è stato realizzato in Basilicata con il contributo della Lucana Film Commission, che ha conferito a Maldestro il premio “Soundies Awards” per il miglior video nella sezione nuove proposte del Festival di Sanremo 2017. In contemporanea il videoclip è stato presentato in anteprima nazionale a Potenza presso il Ridotto del Teatro Stabile (dove l’artista si esibirà in concerto il 18 marzo) alle alla presenza dell’artista, della sua casa discografica Arealive e del Direttore della Lucana Film Commission. Grazie ai Soundies Awards, manifestazione che giunge quest’anno alla sua terza edizione e ideata dal patron di Casa Sanremo, Vincenzo Russolillo, sono stati realizzati già due videoclip in Basilicata, quelli di Ermal Meta e di Fabrizio Moro, che hanno ottenuto complessivamente oltre 2.500,000 visualizzazioni.

“È stato molto divertente girarlo, la Basilicata riserva sempre grandi sorprese. L’amore tra una coppia spesso finisce, ma non sempre riusciamo a capirlo in tempo, allora ci portiamo dietro un cumolo di detriti che diventeranno muri. Ognuno dietro al proprio muro, senza vedere l’altro. Ma ci si vuole bene, e a volte, ci si capisce anche quando ci si allontana. Ultimo capitolo visivo di un disco che mi ha regalato tanto. Da oggi si comincia una nuova avventura.” Ha detto il cantautore napoletano che tornerà in studio ad aprile 2018 per registrare il suo terzo disco. Ma prima un ultimo pugno di date, a marzo, un tour acustico che attraverserà l’Italia con il quale ha deciso di regalare ai propri fan una serie di concerti dove si esibirà da solo con la sua chitarra per recuperare quella dimensione intimistica del live più vicina ai suoi esordi. Uno spettacolo dove a farla da protagonista sarà la sua toccante poetica, in un rapporto più diretto col proprio pubblico; un concerto in cui proporrà le sue canzoni già note, totalmente riarrangiate, oltre ad alcuni brani inediti. Dice Maldestro: “Ero lì che mettevo a posto due cose qui e là, e mi sono detto: passerà un bel po’ di tempo prima di riabbracciare il mio pubblico. Questo non mi piace, per niente. Allora ho deciso di mettere su un piccolo tour, da sud a nord, ritornare nelle città e stringervi, farlo forte. Questa volta però, lo voglio fare da solo, chitarra e voce, in posti piccoli, avervi alla distanza di una mano, per guardarsi diversamente. Ho voglia di regalarvi le mie canzoni nude, così, come nascono.”