Daniele e Antonella: la coppia di fioristi che decorerà Casa Sanremo

Coppia nella vita come nel lavoro, Daniele Veltri e Antonella Cestari, da quasi 10 anni sono i titolari di “Piante e fiori Veltri”, a Roccagloriosa, nel cuore del Cilento.Mentre lui si occupa maggiormente dell’aspetto promozionale dell’attività, Antonella cura di più l’aspetto tecnico, il cuore e la passione per questo mestiere, però, la mettono entrambi, come ci raccontano in quest’intervista:

L'intervista a Daniele Veltri e Antonella Cestari
daniele_antonella_fioristi

– Cosa vi ha spinto verso questo lavoro?

Prima di aprire la nostra attività, vivevamo a Milano: io sono un perito agrario, per cui sono appassionato del settore e, nel tempo libero, amavo andare in giro per garden e vivai, hobby che ho condiviso subito con Antonella, anche lei appassionata alle composizioni di piante e fiori.

Quando la crisi è arrivata anche a Milano, abbiamo deciso di trasferirci nella nostra terra, nel Cilento, per realizzare questo sogno a Roccagloriosa, paesino Patrimonio dell’Unesco.

– Cosa porterete a Casa Sanremo?

 

 

Innanzitutto voglio precisare come siamo arrivati a Casa Sanremo: come accade ormai da due anni, circa un paio di mesi fa, l’amministrazione di Sanremo ha pubblicato un bando per i fioristi che avrebbero realizzato i bouquet per il Festival di Sanremo. Abbiamo deciso di parteciparvi e, su 7mila concorrenti provenienti da tutta Italia, siamo giunti fino al penultimo step, tra i primi 22 ma, purtroppo, non abbiamo vinto.

Questo, però, ci ha permesso di essere notati dalla direzione artistica di Casa Sanremo, che ci ha chiamati perché voleva la nostra azienda come partner dell’evento.

– Potete darci una piccola anticipazione sugli allestimenti?

Sarà sicuramente una sorpresa ma possiamo dire che porteremo tanto Cilento sul palco, ma omaggeremo anche la città che ci ospita, Sanremo, con un fiore che l’ha fatta riscoprire, la strelitzia, poi avremo sicuramente degli anthurium, e, a rappresentare la nostra terra, tante ginestre bianche e tralci di vite.

– Cosa vi aspettate da questa esperienza?

Che la gente apprezzi il lavoro, che si capisca che, pur non essendo una ditta grandissima, ogni giorno, nella nostra attività mettiamo tanta professionalità e tanto amore. Andremo a Sanremo cercando di portare in alto il nome del Cilento e soprattutto di Roccagloriosa, il centro che ci ha dato tanta fiducia: se siamo arrivati qui è anche grazie alle persone del luogo che ci hanno spinto a metterci in gioco, a fare sempre meglio, anche a livello nazionale.

–  Se Casa Sanremo fosse un fiore, sarebbe…?

Ranuncolo: un fiore che, a primo impatto, è un fiore che ha tutti i lati uguali ma, poi, visto alla luce, crea delle sfaccettature di colori incredibili.