Casa Sanremo celebra l’arte del pizzaiuolo napoletano patrimonio UNESCO

Martedì 6 febbraio alle 18.00 brindisi con Pecoraro Scanio e Jimmy Ghione

Casa Sanremo da undici anni propone ospitalità, contenuti di valore e rappresenta una straordinaria vetrina per le eccellenze italiane.

Martedì 6 febbraio alle 18.00 Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, promotore della petizione mondiale #pizzaUnesco che, con oltre 2 milioni di sottoscrizioni mondiali, ha sostenuto la candidatura italiana verso la vittoria finale, sarà ospite a Casa Sanremo per celebrare il riconoscimento dell’Arte del pizzaiuolo napoletano Patrimonio dell’Umanità.

All’happening – che si svolgerà presso la pizzeria al terzo livello del Palafiori –  interverranno Jimmy Ghione, testimonial della campagna #pizzaUnesco e da anni impegnato con Striscia la Notizia nella lotta al falso Made In Italy, Sergio Miccù, nel comitato che ha promosso l’iniziativa con l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani di cui è Presidente ed Antonio Pace, Presidente e Fondatore dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Tutti insieme per festeggiare a Casa Sanremo un traguardo straordinario che riconosce una delle più antiche tradizioni nate a Napoli, Patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.

A Casa Sanremo, prodotta da Gruppo Eventi, l’arte del pizzaiuolo sarà in scena sin dall’inaugurazione il prossimo 4 febbraio con una pizzeria aperta al pubblico, al terzo livello del Palafiori dove ogni giorno si alterneranno 6 maestri pizzaioli, tutti campani, talentuosi e molto social; giovani hipster della farina capitanati da Angelo Pezzella. Si tratta di Valentino Libro, Vincenzo Capuano, Pino Celio, Salvatore Lioniello, Gennaro Russo, protagonisti anche all’interno del Roof, l’esclusivo ristorante riservato agli ospiti VIP di Casa Sanremo in cui vengono proposte le eccellenze gastronomiche italiane.